Home » Progetti Scientifico Culturali » Artistic and Entertainment Competence Framework

 Quadro delle Competenze Artistiche e dello Spettacolo: “Artistic and Entertainment Competence Framework (AECF)”
Ver. Beta 

Artistic and Entertainment Competence Framework (EACF)

Il progetto mira a definire un Quadro delle Competenze Artistiche e dello Spettacolo in linea e in conformità a quanto previsto dai Quadri europei EQF ed e-CF. Il Quadro segue gli stessi principi utilizzato per definire il Quadro delle Competenze Turistiche: “Tourism Competence Framework (TCF)

Il Quadro (Framework) di riferimento delle competenze richieste e applicate nei settori artistico e dello spettacolo, denominato Artistic and Entertainment Competence Framework (AECF), è composto, in questa fase di 140 Competenze (nella versione beta) e relative Abilità (Skill) e Conoscenze (Knowledge).

Per ognuna delle competenze individuate vengono inoltre associati 8 livelli di capacità collegati ai livelli del Quadro Europeo delle Qualificazioni EQF (European Qualifications Framework).

Il Quadro AECF, è ancora nella fase beta,  l’auspicio è che tutti gli attori interessati al progetto intervengano in modo fattivo e collaborativo alla stesura delle prossime versioni. A tale proposito il progetto prevede il coinvolgimento di Studiosi, Associazioni, Enti Pubblici e privati che desiderano contribuire alla stesura delle prossime versioni. Gli interessati possono comunicare la loro disponibilità inviando una mail al seguente indirizzo: segreteria@aiptoc.it

Il Quadro AECF è stato implementato in conformità al Quadro Europeo delle Qualifiche (European Qualification Framework – EQF) e al modello e-CF 3.0 (European e-Competence Framework) da cui prende spunto nella sua struttura essenziale.

Le 4 dimensioni di AECF

  • Dimensione 1: 5 aree di competenza
  • Dimensione 2: 140 competenze
  • Dimensione 3: 8 Livelli di capacità, per ciascuna competenza individuata collegati ai livelli EQF
  • Dimensione 4: Un insieme di abilità (skill) e conoscenze (knowledge) in relazione alle competenze prese in considerazione.

Nota 1: Le competenze individuate nella dimensione 2, sono a volte espresse in modo da abbracciare un ampio contesto e andranno dettagliate in sede di definizione delle abilità e delle conoscenze che delimiteranno meglio i confini del contesto. Le abilità e le conoscenze specifiche individuate saranno quelle più aderenti allo specifico contesto o meglio, allo specifico profilo professionale a cui saranno poi assegnate le singole competenze.

In basso a questa pagina è presente un elenco non esaustivo delle professioni interessate al quadro AECF

Dimensione 1: Aree di competenze

Le competenze del AECF Ver. Beta  sono state divise in 2 classi di competenze:

  • Competenze delle Professioni: Un unica area contenente le competenze complesse, basate su specifiche professionalità esistenti e riconosciute
  • Competenze Tematiche: 5 aree contenenti le competenze di base, basate su singole tematiche che uno o più professionisti possono possedere

Le 5 aree delle competenze tematiche

  • AT Arti e Spettacolo
  • QMAT Quality Management nel  settore Artistico e dello Spettacolo
  • SP Strumenti Specifici nel settore Artistico e dello Spettacolo
  • SG Strumenti Giuridici e Finanziari nel settore Artistico e dello Spettacolo
  • SB Strumenti di Base e Trasversale

Alcune competenze, in particolare le competenze di base e trasversale, coincidono con le analoghe competenze descritte nel Quadro delle Competenze Turistiche (TCF)

Dimensione 2: Competenze Artistiche e dello Spettacolo 

Le competenze individuate nella versione beta del AECF sono attualmente le seguenti:

Competenze delle Professioni (chi)

  • PFAS1: Produttore Audiovisivo
  • PFAS2: Produttore Teatrale
  • PFAS3 Regista Cinematografico.
  • PFAS4: Regista Teatrale.
  • PFAS5: Regista Televisivo
  • PFAS6: Regista Radiofonico
  • PFAS7: Aiuto Regista
  • PFAS8: Direttore di Produzione
  • PFAS9: Direttore di Edizione
  • PFAS10: Direttore del Casting
  • PFAS11: Adattatore Dialoghista
  • PFAS12: Direttore del Doppiaggio
  • PFAS13: Doppiatore
  • PFAS14: Direttore della Fotografia
  • PFAS15: Fotografo di Scena
  • PFAS16: Direttore di Scena (Direttore di Palcoscenico)
  • PFAS17: Direttore Artistico
  • PFAS18: Direttore d’Orchestra
  • PFAS19: Scenografo
  • PFAS20: Coreografo
  • PFAS21: Critico Teatrale
  • PFAS22: Critico Cinematografico
  • PFAS23 Critico Musicale
  • PFAS24: Critico Televisivo
  • PFAS25: Critico Letterario
  • PFAS26:  Recitazione (Attori)
  • PFAS27: Sceneggiatore
  • PFAS28: Aiuto Scenografo
  • PFAS29: Conduttore
  • PFAS30:  Musicista
  • PFAS31:  Danzatore (Ballerino)
  • PFAS32: Scrittore
  • PFAS33: Pittore
  • PFAS34: Scultore
  • PFAS35: Burattinaio
  • PFAS36: Marionettista
  • PFAS37: Fumettista/Illustratore
  • PFAS38: Progettista Grafico ed Editoriale
  • PFAS39: Content Writer
  • PFAS40: Acrobata
  • PFAS41: Stuntman
  • PFAS42 Giocoliere
  • PFAS43: Operatore di Ripresa
  • PFAS44: Montatore
  • PFAS45: Location Manager
  • PFAS46: Truccatore di Scena
  • PFAS47: Fotografo di Scena
  • PFAS48: Costumista
  • PFAS49: Mosaicista
  • PFAS50 Decoratore
  • PFAS51: Tecnico Audio Video
  • PFAS52: Tecnico del Suono
  • PFAS53: Cantante
  • PFAS54: Compositore
  • PFAS55: Direttore di Coro
  • PFAS56: Designer
  • PFAS57: Restauratore
  • PFAS58: Grafico
  • PFAS59: Visual Effect Supervisor
  • PFAS60: Drammaturgo

Competenze Tematiche delle Professioni (Cosa, Come, Con quali strumenti)

AT Arti e Spettacolo (Cosa)  

  • AT1: Teatro
  • AT2: Danza
  • AT3: Cinema
  • AT4: Televisione
  • AT5: Musica
  • AT6: Letteratura
  • AT7: Pittura
  • AT8: Scultura
  • AT9: Fotografia
  • AT10: Fumetto
  • AT11: Architettura
  • AT12: Circo

QMAT Quality Management nel settore Artistico e dello Spettacolo (Come)

  • QM1: Identificazione e analisi dei fabbisogni (D1 e-CF)
  • QM2: Progettazione di processi e servizi
  • QM3: Pianificazione dei processi e dei servizi (A4 e-CF)
  • QM4: Erogazione dei Servizi
  • QM5: Monitoraggio dei processi e dei servizi
  • QM6: Miglioramento dei processi e dei servizi (E5 e-CF)
  • QM7: Sistemi di Gestione per la Qualità
  • QM8: Fattori, Indicatori e Standard per la Qualità
  • QM9: Sviluppo del Personale (D9 e-CF)
  • QM10: Produzione e Gestione della Documentazione (B5 e-CF)
  • QM11: Gestione della Qualità (E6 e-CF)
  • QM12: Assistenza Utenti (C1 e-CF)
  • QM13: Customer Satisfaction
  • QM14: Mistery Audit

 

SPAT Strumenti Specifici nel settore Artistico e dello Spettacolo (Con quali strumenti)

    • PFAS102: Logistica (Arte e Spettacolo)
    • PFAS103: Business Plan (Arte e Spettacolo)
    • PFAS104: Turismo delle Arti e dello Spettacolo
    • PFAS106: Storia dell’Arte
    • PFAS107: Storia del Teatro
    • PFAS108: Storia dello Spettacolo
    • PFAS109: Storia del Cinema
    • PFAS110: Storia della Fotografia
    • PFAS111: Storia della Musica
    • PFAS112: Storia della Pittura
    • PFAS113: Storia della Scultura
    • PFAS114: Storia della Fotografia
    • PFAS115: Storia del Fumetto
    • PFAS116: Storia dell’Architettura
    • PFAS117: Storia delle Attività Circensi
    • PFAS118: Storia della Critica
    • PFAS119: Storia del Costume
    • PFAS120: Storia del Restauro
    • PFAS121: Restauro per la Pittura
    • PFAS122: Restauro per la Decorazione
    • PFAS123: Restauro Scultura
    • PFAS124: Scrittura Creativa per il Cinema
    • PFAS125: Scrittura Creativa per la TV
    • PFAS126: Scrittura Creativa per il Teatro
    • PFAS127: Sociologia della Comunicazione
    • PFAS128: Anatomia Artistica
    • PFAS129: Graphic Design
    • PFAS130: Fashion Design
    • PFAS131: Plastica ornamentale
    • PFAS132: Teoria della Percezione e Psicologia della Forma
    • PFAS133: Tecniche per la pittura
    • PFAS134: Tecniche dell’incisione
    • PFAS135: Tecniche per la scultura
    • PFAS136: Tecniche per la decorazione
    • PFAS137: Tecniche della modellazione digitale
    • PFAS138: Tecniche del marmo e delle pietre dure
    • PFAS139: Tecniche per la fotografia
    • PFAS140: Tecnologia del suono
    • PFAS141: Tecnologia delle luci
    • PFAS142: Scenotecnica
    • PFAS143: Applicazioni digitali per le arti visive
    • PFAS144: Sociologia della Comunicazione
    • PFAS145: Direzione Scenica
    • PFAS146: Tecniche per il Doppiaggio
    • PFAS147: Tecniche di Ripresa
    • PFAS148: Tecnica del Montaggio
    • PFAS151: Reportage Audiovisivo
    • PFAS152: Regia del Documentario
    • PFAS153: Cinema d’Animazione
    • PFAS154: Animazione 3D

 

SGAT Strumenti Giuridici e Finanziari nel settore Artistico e dello Spettacolo (Con quali strumenti)

  • PFAS101: Politiche di settore (Arte e Spettacolo)
  • PFAS105: Legislazione dei Beni Artistici e dello Spettacolo
  • Normativa sulla Privacy nella Filiera Artistica e dello Spettacolo
  • Normativa sulla sicurezza nella Filiera Artistica e dello Spettacolo
  • Finanziamenti per la Filiera Artistica e dello Spettacolo

 

  • SB Strumenti di Base e Trasversale (Con quali strumenti)
  • Gestione della Sicurezza delle Informazioni (E8 e-CF)
  • Gestione del rischio (Risk Management) (E3 e-CF)
  • Gestione delle Relazioni (e-CF)
  • Strumenti informatici e telematici di base (e-CF)
  • Strumenti informatici per la comunicazione (e-CF)
  • Lingue straniere
  • Organizzazione aziendale
  • Economia di base
  • Privacy
  • Sicurezza nei luoghi di lavoro

Nota: Gli strumenti di Base sono di norma trasversali ai vari profili professionali e possono costituire un background di competenze preesistenti ai vari percorsi formativi proposti.

Negli schemi formativi, potranno pertanto non essere definite le conoscenze associate alle competenze di base e trasversale in quanto è possibile considerare tali aspetti come patrimonio acquisito o da acquisire anche al di fuori di specifici percorsi formativi elaborati per le singole figure professionali.

I singoli percorsi formativi potranno comunque includere, opzionalmente, contenuti atti a fornire tali competenze anche in modo parziale.

(e-CF): Queste competenze sono in stretta connessione con le analoghe competenze previste per il settore (e-CF). In alcuni casi si differenziano per la diversa formulazione delle relative abilità e conoscenze.

Dimensione 3: Livelli di capacità

8 Livelli di capacità, per ciascuna competenza individuata, collegati ai livelli EQF

A volte la differenza tra un profilo professionale ed un altro è proprio nel diverso livello richiesto per le singole competenze.

Dimensione 4: Abilità e Conoscenze

In questa area saranno inseriti (a partire dalla versione 1.0), con le stesse modalità utilizzate per lo scema TCF alcuni elenchi esemplificativi e non esaustivi di abilità e conoscenze. Ogni profilo professionale elaborato secondo questo schema dovrà, in sede di stesura individuare in modo dettagliato le effettive abilità e conoscenze.

Elementi per la valutazione della formazione specifica

Le metodologie e gli attori per i soggetti interessati alla valutazione dell’apprendimento formale sono stabiliti per via legislativa (per esempio Diploma, Laurea, esami di Stato), la valutazione della formazione specifica (formazione non formale), oggetto del profilo professionale non regolamentato preso a riferimento, dovrebbe avvenire comunque utilizzando, possibilmente, strumenti riconoscibili.

Uno strumento consigliato per la valutazione delle conoscenze, abilità e competenze può essere fornito dalla norma UNI 11506 “Attività professionali non regolamentate – Figure professionali operanti nel settore ICT – Requisiti per la valutazione e certificazione delle conoscenze, abilità e competenze per i profili professionali ICT basati sul modello e-CF.

La norma UNI 11506 è nata per le competenze digitali, è coerente con il Quadro Europeo delle qualifiche (EQF) e le Raccomandazioni 2009/C 155/02 (Sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale -ECVET) inoltre, si adatta anche ai profili operanti in un settore non ICT.

La valutazione della formazione specifica è solo uno dei percorsi che dovrebbero essere presi in considerazione per l’accesso alla professione oggetto del presente schema. Una valutazione completa dei requisiti dovrebbe tener conto dei seguenti aspetti:

  • Formazione specifica (Apprendimento non formale)
  • Titolo di Studio (Apprendimento formale)
  • Esperienza lavorativa (Apprendimento informale)

La valutazione della formazione specifica dovrebbe essere effettuata valutando

  • Le Conoscenze
  • Le Abilità
  • Le Competenze

indicate nello schema, utilizzando, se possibile, almeno i seguenti elementi di valutazione:

  • Esame scritto per la valutazione delle conoscenze
  • Project work
  • Esame orale

Facebook Comments