Home » Progetti Scientifico Culturali » SPCP19: Antropologo – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza

SPCP19: Antropologo –  Requisiti di conoscenza, abilità e competenza

 

Premessa:

Schema elaborato in conformità al Tourism, Arts and  Entertainment Competence Framework (TAECF) e ai requisiti indicati nel DM 244 del 20/05/2019 del MIBACT – allegato 1

1. Titolo

SPCP19: Antropologo Fisico

2. Livello EQF

  • Antropologo Fisico I Fascia 8 livello EQF
  • Antropologo Fisico II Fascia 7 livello EQF
  • Antropologo Fisico III Fascia 6 livello EQF

3. Codice TAECF

CP19

4. Descrizione

L’antropologo fisico svolge attività di individuazione, conoscenza, protezione, gestione, valorizzazione, ricerca, formazione, educazione inerenti i beni antropologici e paleo-antropologici.
È una professione di elevato contenuto intellettuale e di notevole complessità, che si svolge sia presso enti pubblici e privati sia come lavoro autonomo. Essa richiede una formazione culturale, scientifica, metodologica tecnica e etica specifica, ottenuta mediante percorsi di istruzione, formazione e aggiornamento a carattere teorico e pratico.

 5. Normativa di riferimento

  • Quadro Europeo delle Qualifiche (European Qualification Framework – EQF)
  • Raccomandazione 2009/C 155/02 (Sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale -ECVET)
  • Legge 4/2013 relative alle professioni non regolamentate
  • DM 244 del 20/05/2019 del MIBACT – allegato 1

6. Compiti e attività specifiche

I compiti fondamentali del demoetnoantropologo sono:

  • A. Individuare, analizzare e documentare beni antropologici e paleo-antropologici.
  • B. Tutelare e conservare i beni antropologici e paleo-antropologici.
  • C. Dirigere musei e luoghi della cultura e curare collezioni e mostre di interesse antropologico e paleo-antropologico.
  • D. Svolgere attività di studio, ricerca, pubblicazione scientifica e divulgativa, alta formazione, didattica ed educazione nel campo dell’antropologia, della paleo-antropologia e delle discipline affini e collegate.

Ciascuno di questi compiti caratterizza il profilo dell’antropologo fisico e raggruppa le attività che il professionista è chiamato a svolgere, anche se con diversi gradi di responsabilità o specializzazione in base alle tre fasce (I, II, III) nelle quali è stata articolata la qualifica conformemente ai livelli EQF 8, 7 e 6. È antropologo fisico, rispettivamente di I, II e III fascia, chi ha un profilo conforme a questi compiti e svolge o ha la preparazione per svolgere almeno due delle attività che caratterizzano la rispettiva fascia.
Lo svolgere attività sotto coordinamento, proprio delle attività caratterizzanti la III fascia, non consente autonomia operativa nell’intervento sui Beni.

Per le attività si rimanda all’Allegato 1 del DM 244 Antropologo Fisico

7. Competenze, Abilità e Conoscenze

Per i dettagli si rimanda all’Allegato 1 del DM 244  Antropologo Fisico

 8. Criteri di Valutazione del profilo

Per l’attestazione del possesso dei requisiti di competenze, abilità e conoscenze relativi alla professione si allega quanto indicato dal DM 244.

Antropologo I Fascia 8 livello EQF

  • Laurea quinquennale in Biologia o quadriennale in Scienze Naturali, con svolgimento della tesi di laurea in una disciplina del SSD BIO 08

OPPURE

  • Laurea Specialistica o Magistrale in (LM1) Antropologia Culturale e Etnologia, (LM2) Archeologia, (LM6) Biologia, (LM9) Biotecnologie Mediche Veterinarie e Farmaceutiche (fascia: Scienze Umane e Politiche Pubbliche), (LM11) Conservazione e Restauro dei Beni Culturali (fascia: Scienze della Terra e della Natura), (LM41) Medicina e Chirurgia (fascia: Scienze Umane e Politiche Salute e Management Sanitario), (LM55) Scienze Cognitive (fascia: Scienze Neurologiche e Cognitive), (LM60) Scienze della Natura (fascia: Discipline Biologiche), (LM75) Scienze Tecn. del Territorio (fascia: Discipline Biologiche), e con tesi in Antropologia e Paleoantropologia o comunque in una disciplina del SSD BIO 08.

OPPURE

  • Laurea quadriennale in Lettere, Lettere e filosofia o Beni Culturali o Conservazione dei beni culturali con indirizzo antropologico (SSD BIO 08) con svolgimento della tesi di laurea in una disciplina del SSD BIO 08.
    INTEGRATA DA
    Conseguimento di Dottorato di ricerca in discipline Antropologiche o Paleoantropologiche, più almeno 24 mesi, anche non continuativi di documentata esperienza professionale (nel cui computo rientrano anche i tirocini compiuti in detta formazione di secondo e terzo livello nell’ambito delle attività caratterizzanti il profilo).
    EQUIPOLLENZE
    Per tutte le modalità di accesso la Laurea Specialistica o Magistrale può essere sostituita da Master di ricerca o di secondo livello di durata biennale o due master annuali di cui almeno uno di II livello con elaborato finale in settori di antropologia o paleo-antropologia (SSD BIO 08) conseguito anche all’estero, o dai primi due anni di Dottorato di Ricerca in antropologia o paleo-antropologia (SSD BIO 08) subito dopo la Laurea Triennale conseguita all’estero, se la durata di tale Dottorato sia di almeno cinque anni.

Antropologo II Fascia 7 livello EQF

Laurea quinquennale in Biologia o quadriennale in Scienze Naturali, con svolgimento della tesi di laurea in una disciplina del SSD BIO 08, Laurea Specialistica o Magistrale in (LM1) Antropologia Culturale e Etnologia, (LM2) Archeologia, (LM6) Biologia, (LM9) Biotecnologie Mediche Veterinarie e Farmaceutiche (fascia: Scienze Umane e Politiche Pubbliche), (LM11) Conservazione e Restauro dei Beni Culturali (fascia:Scienze della Terra e della Natura), (LM41) Medicina e Chirurgia (fascia:Scienze Umane e Politiche Salute e Management Sanitario), (LM55) Scienze Cognitive (fascia: Scienze Neurologiche e Cognitive), (LM60) Scienze della Natura (fascia: Discipline Biologiche), (LM75) Scienze Tecn. del Territorio (fascia: Discipline Biologiche), e con tesi in Antropologia e Paleoantropologia o comunque in una disciplina del SSD BIO 08.

OPPURE

Laurea quadriennale in Lettere, Lettere e filosofia o Beni Culturali o Conservazione dei beni culturali con indirizzo antropologico (SSD BIO 08) con svolgimento della tesi di laurea in una disciplina del SSD BIO 08.
INTEGRATA DA
almeno 18 mesi, anche non continuativi, di documentata esperienza professionale (nel cui computo rientrano anche i tirocini compiuti in detta formazione di secondo livello), nell’ambito delle attività caratterizzanti il profilo.
EQUIPOLLENZE
Per tutte le modalità di accesso la Laurea Specialistica o Magistrale può essere sostituita da Master di ricerca o di II livello di durata almeno biennale o due master annuali di cui almeno uno di II livello con elaborato finale in settori di antropologia o paleo-antropologia, conseguito anche all’estero.

Antropologo III Fascia 6 livello EQF

Laurea triennale in (L1) Beni Culturali, (L6) Geografia, (L10) Lettere, (L13) Scienze Biologiche, (L19) Scienze dell’Educazione e della Formazione, (L22) Scienze Attiv. Motorie e Sportive, (L32) Scienze Tecnologie per l’Ambiente (ex Scienze Naturali), (L43) Tecniche Conservaz. Restauro Beni, con indirizzo antropologico, con un numero di crediti minimi nelle discipline connesse all’antropologia e paleo-antropologia (BIO 08) e corrispondenti a 24 CFU e con un elaborato finale sostenuto in dette discipline
INTEGRATA DA
almeno 18 mesi, anche non continuativi, di documentata esperienza professionale, nell’ambito delle attività caratterizzanti il profilo.

Facebook Comments