Schema di riferimento CSH-PPT

Le 52 competenze che costituiscono, in questa fase iniziale, il Tourism Competence Framework (TCF) sono state utilizzate, dal Centro Studi Helios per definire lo schema di riferimento dei Profili Professionali del Turismo “CSH-PPT”: Profili Professionali per il Turismo (PPT) – Requisiti di conoscenza, abilità e competenze -”.  Tale schema è suddiviso in “schede profilo”, tante quante sono i profili professionali trattati ed è sottoposto a periodici aggiornamenti sia per l’inserimento di nuove figure professionali sia per l’aggiornamento delle singole schede profilo

Lo schema contiene, nell’attuale versione, i seguenti profili professionali:

  1. PPT/1: Manager per lo Sviluppo e la Competitività delle Destinazioni Turistiche
  2. PPT/2: Esperto del Patrimonio Culturale 
  3. Responsabile Sistemi di Gestione per la Qualità della Filiera Turistica 
  4. Valutatore Competitività delle Offerte Turistiche
  5. Valutatore Sistemi di Gestione per la Filiera Turistica
  6. Event Manager
  7. Esperto in Progettazione e Gestione Eventi Espositivi 
  8. Esperto in Turismo Culturale
  9. PPT/9: Operatore del Turismo Esperienziale
  10. Operatore del Turismo Enogastronomico

I profili sono presentati prendendo spunto, ma semplificandone la struttura, dal modello indicato nella UNI 11621-1 “Metodologia per la costruzione di profili professionali basati sul sistema e-CF” che a sua volta riprende i concetti descritti dal CWA 16458 predisposto dal CEN Workshop Agreement. Il modello, pur essendo stato sviluppato per i profili ICT, ha il vantaggio che può essere applicato in qualsiasi settore.

Il modello semplificato, utilizzato nello schema “CSH-PPT”  contiene, per ogni profilo professionale individuato, i seguenti item:

  1. Titolo
  2. Descrizione
  3. Missione
  4. Compiti principali
  5. Competenze assegnate
  6. Abilità (Skill)
  7. Conoscenze (Knowledge)

Ogni schema viene infine completato da una proposta di percorso didattico dove, le conoscenze sono, in alcuni casi, suddivise per Aree Tematiche. Ogni area tematica potrebbe costituire, all’interno di un percorso formativo proposto, uno modulo formativo costituito a sua volta da singoli corsi (Unità didattiche) necessari per acquisire competenze su specifici argomenti. A titolo di esempio illustriamo i contenuti didattici della prima area tematica “PC Patrimonio Culturale”. relativo al percorso formativo “Manager per lo Sviluppo e la Competitività delle Destinazioni Turistiche”

Area tematica PC: Il Patrimonio Culturale

U.D.1.1: Unesco e Patrimonio Culturale

  • Il Concetto di Bene Culturale
  • La Convenzione sul Patrimonio mondiale di Parigi del 1972
  • La Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità (WHL)
  • Istituzioni Unesco per il Patrimonio Culturale
  • La Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco
  • I siti a rischio del Patrimonio dell’Umanità
  • La Lista Propositiva del Patrimonio Mondiale
  • Le procedure per il riconoscimento dei siti Unesco
  • Linee guida per la redazione e l’attuazione dei piani di gestione
  • Modelli per la realizzazione dei Piani di Gestione
  • I Siti mondiali nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità
  • I siti italiani nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità
  • Biosfere e Geoparchi Globali Unesco
  • Network Città Creative
  • Il Programma Unesco “Memoria nel Mondo”
  • Il Patrimonio Culturale subacqueo
  • Il Patrimonio Culturale Immateriale
  • La Convenzione per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale
  • La Lista Mondiale del Patrimonio Culturale Immateriale
  • Diversità e espressioni culturali

U.D.1.2: Il Patrimonio Naturalistico  

  • Patrimonio Naturale: Concetti base
  • Classificazione delle Aree Naturali Protette
  • Strumenti di Gestione delle Aree Naturali Protette
  • I Piani di Gestione per le Aree Naturali Protette
  • Le zone di protezione delle aree protette
  • I Parchi Naturali
  • I Parchi Naturali Nazionali e Regionali
  • Le riserve Naturali
  • Le Aree Marine Protette (AMP)
  • Rete Natura 2000
  • Strumenti di Gestione dei Siti Natura 2000
  • Siti di Interesse Comunitario (SIC)
  • Zone di Protezione Speciale (ZPS)
  • Zone Speciali di Conservazione (ZSC)
  • Le Zone Umide
  • I Geositi
  • Altri siti di interesse naturalistico
  • Le Aree attrezzate demaniali
  • I Piani Paesaggistici
  • Educazione Ambientale e Allo sviluppo sostenibile
  • Gli organi di tutela e vigilanza ambientali
  • La Biodiversità
  • Strategia nazionale per la Biodiversità
  • Strategia europea per la Biodiversità

U.D.1.3: Il Patrimonio Immateriale

  • Beni demoetnoantropologici (DEA)
  • L’Istituto centrale per la demoetnoantropologia
  • Registri del Patrimonio Immateriale
  • Riti e Feste Religiose (Celebrazioni)
  • Mestieri, Saperi e Tecniche lavorative tradizionali (Saperi)
  • Tradizioni e espressioni orali (Espressioni)
  • Arti dello Spettacolo
  • Luoghi della Memoria e Luoghi simbolici
  • Luoghi del Mito e delle Leggende
  • Luoghi del Sacro
  • Luoghi degli Eventi storici
  • Luoghi delle personalità storiche e della cultura
  • Luoghi storici del lavoro
  • Luoghi del racconto letterario
  • Luoghi del racconto televisivo e filmico
  • Patrimonio museale etnoantropologico
  • Patrimonio etnomusicologo
  • Parchi letterari

U.D.1.4  Il Patrimonio Storico Artistico

  • Il Turismo Archeologico
  • I Principali Siti Archeologici Italiani
  • Parchi Archeologici
  • Linee guida per la costituzione e la valorizzazione dei parchi archeologici
  • Paleolitico, Mesolitico e siti di interesse turistico
  • Neolitico, Età dei Metalli e siti e siti di interesse turistico
  • Principali stili architettonici
  • I principali siti turistici di epoca greco e romana
  • La Magna Grecia
  • Principali testimonianze della civiltà bizantina e Longobarda in Italia
  • I siti di interesse turistico del periodo normanno
  • Barocco e rococò in Italia
  • I principali personaggi del barocco italiano
  • L’Architettura Neoclassica in Italia
  • Le principali testimonianze del Liberty in Italia
  • I Borghi storici
  • Il Patrimonio museale

U.D.1.5  Il Patrimonio Enogastronomico

  • I Prodotti tipici
  • Il turismo enogastronomico
  • La certificazione di qualità dei prodotti alimentari DOP, IGP e STG
  • L’Iter di certificazione di qualità dei prodotti alimentari
  • La normativa sulla certificazione di qualità dei prodotti tipici
  • Principali prodotti tipici europei
  • I Prodotti agroalimentari Tradizionali
  • Principali prodotti agroalimentari tradizionali
  • Vini DOP (DOC, DOCG) e IGP (IGT)
  • Le strade del vino
  • I principali vini DOP e IGP
  • I disciplinari di produzione
  • Denominazione d’Origine protetta (DOP)
  • Principali prodotti DOP italiani
  • Indicazione Geografica Protetta (IGP)
  • Principali Prodotti IGP italiani
  • Specialità Tradizionale Garantita (SGT)
  • Principali prodotti SGT
  • Altre forme di riconoscimento dei prodotti tipici
  • Prodotti tipici italiani non certificati
  • I prodotti Biologici
  • Gli agriturismi
  • Il Marchio Agriturismo Italia
  • I Distretti rurali e agroalimentari di qualità

Facebook Comments