Home » Progetti Scientifico Culturali » Tourism Quality Improvement

Tourism Quality Improvement (TQI)

Il Progetto TQI (Tourism Quality Improvement) mira al miglioramento della qualità nel settore turistico-culturale, attraverso l’individuazione di fattori, indicatori e standard della qualità settoriali. I principi su cui si basa sono stati esposti inizialmente nel libro “Qualità, Modelli Operativi e Competitività dell’Offerta Turistica” (Autore: Ignazio Caloggero ISBN: 9788894321906) il quale è disponibile gratuitamente per tutti i soci AIPTOC e gli stakeholder aderenti al progetto TQI.

Tutti gli stakeholder del settore turistico culturale (Istituzioni, Università, Musei, Enti locali, Associazioni Culturali e di Categoria, organizzazioni di promozione e sviluppo, Professionisti, Artisti e Studiosi) sono invitati ad aderire al progetto Tourism Quality Improvement (TQI) il cui obiettivo è il miglioramento della Qualità nel settore turistico-culturale attraverso l’individuazione di fattori, indicatori e standard di qualità settoriali.

La metodologia proposta per l’individuazione dei fattori, indicatori e standard di qualità, è una rielaborazione dei principi esposti nel settore del Quality Management, in particolare dalle proposte di Zeithamal, Parassuraman e Berry (1991) integrata con i fattori consigliati dalle linee guida CiVIT (88/2010 e 3/2012) (dove i fattori di qualità vengono chiamati “dimensioni della qualità”), da una rielaborazione della schema  generale di riferimento della carta dei servizi pubblici sanitari (D.P.C.M. 19 maggio 1995), modello di Gestione della Qualità denominato “delle 4Q” e dal Modello Integrato della Competitività dell’Offerta Turistica (MICOT) a sua volta rielaborazione di precedenti modelli teorici del settore turistico proposti nel passato (Campbell, 1967; Thurot, 1973; Plog, 1974; Miossec, 1977; Buttler, 1980) e di alcuni modelli di competitività delle destinazioni turistiche (Ritchie e Crouch 1993-2003; Dwyer e Kim, 2003), del Tourism and Travel Competitiveness Index (TTCI).

I settori e le strutture a cui tale tecnica può essere utilizzata sono molti. A titolo di esempio ecco un primo elenco di settori e strutture il progetto a cui è orientato:

  • Eventi e attività di interesse turistico  in qualsiasi ambito della cultura (mostre, spettacoli, concerti, fruizione di beni culturali)
  • Offerte Turistiche di qualsiasi natura (Esperienziale, Culturale, Enogastronomico, Sostenibile, Naturalistico, Balneare, ecc)
  • Destinazioni Turistiche (intese come territori o luoghi di interesse turistico)
  • Formazione in ambito turistico-culturale
  • Servizi Alberghieri
  • Servizi della Ristorazione
  • Sistemi di Governance e strutture operative

Il nucleo di partenza dei fattori (dimensioni) della qualità è il seguente:

  • FB1: Cortesia
  • FB2: Competenza
  • FB3: Empatia
  • FB4: Flessibilità
  • FB5: Accoglienza
  • FB6: Comunicazione
  • FB7: Affidabilità
  • FB8: Trasparenza
  • FB9: Equità
  • FB10: Tempestività
  • FB11: Continuità
  • FB12: Elasticità
  • FB13: Accessibilità
  • FB14: Sicurezza
  • FB15: Infrastrutture e Attrezzature
  • FB16: Tutela
  • FB17: Motivazione

Ulteriori fattori (esterni) che possono essere presi a riferimento, in particolare quando le “entità” sottoposte ad analisi sono luoghi o territori (destinazioni turistiche), possono essere i seguenti:

  • FC1: Salute e Igiene
  • FC2: Sicurezza
  • FC3; Politica dei Prezzi
  • FC4: Politiche di Sostenibilità 
  • FC5: Politiche di Sviluppo e Incentivi
  • FC6: Innovazione
  • FA1: Attrazioni Endogene
  • FA2: Attrazioni Indotte
  • FR1: Risorse Hardware
  • FR2: Risorse Software

Per capire quali di questi fattori e i relativi indicatori possono  essere utilizzati per ogni singola “entità” si utilizza la tecnica dei “sei passi” seguente:

  • Passo primo: Individuazione delle Entità coinvolte
  • Passo secondo: Individuazione delle parti interessate
  • Passo terzo: Individuazione dei processi (Mappa dei Processi)
  • Passo quarto: Individuazione dei fattori di qualità (dimensioni)
  • Passo quinto: Passaggio dai fattori agli indicatori di qualità
  • Passo sesto: Individuazione degli standard di qualità

Si rimanda al libro citato per i dettagli (che ricordiamo essere disponibile gratuitamente per tutti i soci AIPTOC e i partner del progetto TQI).

I primi schemi settoriali predisposti (in versione beta) che è possibile visionare sono i seguenti:

TQI e servizi alberghieri

TQI e servizi museali ed espositivi

TQI nelle Destinazioni Turistiche

Per info: turismo@centrostudihelios.it 0932 229065 (Centro Studi Helios)

Ignazio Caloggero
Presidente Associazione Italiana Professionisti del Turismo e Operatori Culturali (AIPTOC)

 

 

Facebook Comments