Home » Registro Nazionale delle Competenze Turistiche RNCT

Share This Post

Il Registro Nazionale delle Competenze Turistiche RNCT

Di seguito una breve descrizione rimandando per i dettagli alla pagina web del registro: Registro Nazionale delle Competenze Turistiche RNCT

Il registro contiene l’elenco dei professionisti in possesso di conoscenze, abilità e competenze nel settore turistico ed  è suddiviso in 2 parti:

  • RNCT Base: Contiene l’elenco dei professionisti che posseggono le conoscenze su determinate tematiche turistiche
  • RNCT Avanzato: Contiene l’elenco dei professionisti che posseggono, oltre alle conoscenze anche le abilità e le competenze

Il Registro è gestito dal Centro Studi Helios ed è riconosciuto dall’Associazione Italiana Professionisti del Turismo (AIPTOC),  autorizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) a rilasciare Attestato di Qualità e di Qualificazione professionale dei Servizi ai sensi degli Artt. 4, 7 e 8 della legge 4/2013.

Il registro riguarda oltre 30 competenze specifiche più alcune competenze trasversali come la conoscenza delle lingue straniere e le competenze digitali.

Si può accedere al registro:

  • in modo diretto, nel caso in cui si è in possesso di alcuni titoli di studio e/o esperienze lavorative in un settore che comprendano le competenze presa a riferimento
  • previo superamento di alcuni esami in funzione della competenza presa a riferimento

Per ogni tematica è stato individuato uno schema (CSH-PFT) contenente le conoscenze richieste. Gli schemi presentati mantengono la conformità con il Tourism Competence Framework (TCF) composto da Competenze, relative Abilità (Skill) e Conoscenze (Knowledge) richieste nelle professioni intellettuali e di elevata specializzazione del settore turistico.

Gli schemi sono suddivisi in quattro aree distinte: Patrimonio Turistico, Strumenti per lo Sviluppo Turistico e Quality Management e Area Trasversale

In questa fase vengono presi in considerazione le seguenti competenze:

Area Patrimonio Turistico

  • CSH-PFT/1: Il Patrimonio Unesco 
  • CSH-PFT/2: Il Patrimonio Naturale
  • CSH-PFT/3: Il Patrimonio Immateriale
  • CSH-PFT/4: Il Patrimonio Archeologico, Storico e Artistico
  • CSH-PFT/5: Il Patrimonio Enogastronomico

 

Area Strumenti per lo Sviluppo Turistico

  • CSH-PFT/7: Turismo e Politiche di Settore
  • CSH-PFT/8: Competitività e Sviluppo Turistico
  • CSH-PFT/6: Turismo Esperienziale
  • CSH-PFT/9: Turismo Sostenibile
  • CSH-PFT/10: Turismo Culturale
  • CSH-PFT/21: Turismo Enogastronomico
  • CSH-PFT/27: Turismo Accessibile
  • CSH-PFT/28: Turismo Naturalistico
  • CSH-PFT/29: Turismo Balneare
  • CSH-PFT/30: Turismo Sportivo
  • CSH-PFT/31: Turismo Congressuale
  • CSH-PFT/32: Turismo Termale e del Benessere
  • CSH-PFT/11: La normativa per la tutela e la fruizione dei Beni Culturali
  • CSH-PFT/12: Legislazione Turistica
  • CSH-PFT/17: Marketing Turistico
  • CSH-PFT/18: Progettazione e realizzazione di Eventi culturali
  • CSH-PFT/19: Finanziamenti per la Filiera Turistica e Culturale
  • CSH-PFT/20: Tecnologie innovative e Promozione Turistica
  • CSH-PFT/22: Museologia
  • CSH-PFT/23: Storia dell’Arte

 

Area Quality Management

  • CSH-PFT/13: Sistemi di Gestione per la Qualità
  • CSH-PFT/14:  Audit interni e Sistemi di Gestione
  • CSH-PFT/15: Qualità nel Turismo e nella Gestione del Patrimonio Culturale
  • CSH-PFT/16: Monitoraggio e Audit nel settore turistico e della Gestione del Patrimonio Culturale

Area Trasversale

L’area trasversale contiene un insieme di competenze che pur di natura trasversale sono di particolare importanza per il settore turistico. Salvo casi specifici, per queste competenze si tengono conto di schemi di riconoscimento e di certificazione nazionali e internazionali.

Lingue

Per tali competenze si rimanda a quanto stabilito dallo standard europeo QCER (Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue) comprendente le certificazioni internazionali A1, A2, B1, B2, C1 e C2.

 Competenze digitali

Per tali competenze si rimanda a quanto stabilito dallo standard europeo e-CF (Quadro europeo delle competenze digitali).

Vengono inoltre prese in considerazione le seguenti competenze trasversali rientranti nello schema CSH-PFT:

CSH-PFT/24: Gestione e Sicurezza delle Informazioni

CSH-PFT/25: Risk Management

Come essere inseriti nel Registro RNCT

Come meglio specificato nel regolamento RNCT 01 (articolo 5), il professionista che desidera essere inserito nel registro deve effettuare richiesta, compilando il modulo “CSH-DR3” e soddisfare i prerequisiti previsti relativi alla parte del registro di interesse (Base e Avanzato).

5.1 Requisiti per l’inserimento nel registro “RNCT Base”

  • Il Candidato deve aver superato il test di valutazione online entro un periodo precedente non superiore ad un anno dalla richiesta di inserimento nel Registro RNCT

5.2 Requisiti per l’inserimento nel registro “RNCT Avanzato”

    • 5.2.1 Inserimento per le aree non trasversali

Per le are non trasversali (Patrimonio Turistico, Strumenti per lo Sviluppo Turistico e Quality Management), l’inserimento nel registro prevede che sia verificata almeno una delle seguenti condizioni:

  • Laurea coerente con una qualsiasi delle materie oggetto di studio in ambito turistico-culturale e almeno 1 anno di comprovata esperienza lavorativa o professionale in un settore che comprenda la tematica presa a riferimento, per cui si chiede l’inserimento nel registro.
  • Diploma di scuola secondaria di secondo grado e almeno 2 anni di comprovata esperienza lavorativa o professionale in un settore che comprenda la tematica presa a riferimento, per cui si chiede l’inserimento nel registro.
  • Almeno 5 anni di esperienza lavorativa o professionale in un settore che comprenda la tematica presa a riferimento, per cui si chiede l’inserimento nel registro
  • Aver superato il test di valutazione e il compito online entro un periodo precedente non superiore ad un anno dalla richiesta di inserimento nel Registro RNCT e superamento dell’esame orale finale (Art. 9).
    • 5.2.2 Inserimento per le aree trasversali

Per le competenze per cui è stato definito uno schema CSH-PPT vale quanto specificato al punto 5.2.1

Per le aree per cui non è presente uno schema CSH-PPT l’inserimento nel registro prevede le seguenti condizioni:

Lingue

Per le competenze linguistiche potranno essere accettate le certificazioni basate sullo standard europeo QCER (Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue) comprendente le certificazioni internazionali A1, A2, B1, B2, C1 e C2.

Per le competenze linguistiche, vengono inoltre riconosciuti i registri Cambridge (KET, PET, FCE, CAE e CPE) EF DET, IELTS, TOEFL, DELE, DELF, DAL, TELC, e i registri ufficiali riconosciuti da istituzioni pubbliche. Vengono inoltre riconosciute le competenze dei Docenti Universitari e delle Scuola secondaria di secondo grado per le materie linguistiche.

Competenze digitali

Per le competenze digitali potranno essere accettate le certificazioni basate sullo standard europeo e-CF (Quadro europeo delle competenze digitali). Per le competenze digitali, vengono inoltre riconosciuti i registri AICA, EIPASS e PEKIT e ulteriori eventuali registri di professionisti ICT (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione) basate su norme UNI. Vengono inoltre riconosciute le competenze dei Docenti Universitari e delle Scuola secondaria di secondo grado per le materie ICT

Si rimanda per i dettagli alla pagina web del registro: Registro Nazionale delle Competenze Turistiche RNCT

Per informazioni: Centro Studi Helios turismo@centrostudihelios.it 0932 229065

Facebook Comments

Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>