Home » Registri Interni

Registri AIPTOC

Prima di chiedere l’iscrizione nei registri AIPTOC si prega di visionare il contenuto della presente pagina che illustra i Registri.

I registri AIPTOC, istituiti ai sensi dell’art. 6 del Regolamento Generale AIPTOC,  costituiscono lo strumento con cui viene riconosciuto il possesso di determinati requisiti previsti per il profilo professionale a cui i singoli registri fanno riferimento e sono a disposizione degli Enti pubblici e delle aziende private della filiera turistica culturale. L’inserimento in uno dei registri interni è prerequisito per  l’ottenimento dell’Attestato di qualità e di qualificazione professionale rilasciato ai sensi degli art. 4, 7 e 8 della legge 4/2013. AIPTOC è inserita nell’Elenco delle Associazioni  Professionali che rilasciano l’Attestato di qualità e di qualificazione professionale dei Servizi del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE).

L’associazione Italiana Professionisti del Turismo e Operatori Culturali, ha istituito tre registri denominati “Registri AIPTOC” uno per ogni macro area di riferimento dell’associazione:

      • Registro Esperti e Consulenti (REC)
      • Registro FOrmatori (RFO)
      • Registro Operatori Culturali (ROC)

Per ogni professionista inserito inoltre, vengono riportati le eventuali discipline professionali di appartenenza e il relativo livello EQF associato. (Al momento, al fine della indicazione della disciplina di riferimento, vengono considerate le competenze specialistiche elencate in: Schede Competenze Specialistiche di riferimento)

In tali registri possono accedere solo i soci professionisti che che diano evidenza di possedere determinati requisiti esplicitati in termini di conoscenze, abilità e competenze in uno dei tre settori di riferimento. Le evidenze possono essere fornite tramite distinte metodologie non mutuamente esclusive, vale a dire eventualmente in combinazione tra di loro:

  • Apprendimento Formale (Titoli di Studio rilasciati in ambito accademico)
  • Apprendimento Non Formale (Formazione specifica svolta al di fuori del circuito accademico)
  • Apprendimento Informale (esperienze lavorativa)

L’esperienza lavorativa (o professionale) può essere dimostrata attraverso vari strumenti tra cui:

      • Curriculum Vitae
      • Portfolio personale
      • Pubblicazioni scientifiche,
      • Pubblicazioni editoriali,
      • Relazioni su Lavori effettuati o produzione di strumenti professionali (cataloghi, opere, o altri prodotti associati alla propria professione)
      • Collocamento oggettivo sul mercato (premi, riconoscibilità nazionale o internazionale, ecc)

In funzione della propria professionalità è possibile chiedere l’inserimento in più registri.

Di seguito i criteri di ammissione nei singoli registri:

Registro Esperti e Consulenti (REC)

Per l’inserimento in tale registro è necessario (in alternativa):

  • Laurea nel settore turistico o dei beni culturali e almeno 2 anni di comprovata esperienza operativa nel settore turistico nella qualità di esperto o consulente;
  • Esperti, funzionari e dirigenti che svolgono attività operativa in ambito turistico, dei beni culturali e della promozione del territorio degli Enti Pubblici e delle Istituzioni di Promozione Turistica da almeno 2 anni
  • Diploma di scuola secondaria di secondo grado e almeno 5 anni di comprovata esperienza lavorativa o professionale nel settore turistico nella qualità di esperto o consulente;
  • Diploma di scuola secondaria di secondo grado e aver frequentato uno dei percorsi formativi riconosciuti da AIPTOC (*).
  • Essere inseriti  in un registro o elenco esterno riconosciuto da AIPTOC (**)
  • Laddove, per alcune discipline professionali che rientrano tra le professioni non regolamentate, classificabili come esperti e consulenti, siano stati individuati, da un dispositivo legislativo nazionale nazionale, requisiti di accesso specifico (come è il caso dei Professionisti dei Beni Culturali individuati dal D.M 244 del 20/05/2019), l’inserimento nei registri, relativamente alla disciplina di appartenenza, sarà possibile solo dopo la verifica dei titoli e dei requisiti previsti da tali dispositivi legislativi.

Per essere inseriti nel registro, quindi è necessario che sia vera una qualsiasi delle condizioni su descritte (***).

In sede di richiesta è necessario inoltre specificare l’eventuale disciplina caratterizzante la propria professione (Es: Destination Manager, Travel Designer, Esperto Museale, Curatore d’Arte, Demoetnoantropologo, Archeologo, Archivista, ecc) al fine di valutare eventuali requisiti specifici aggiuntivi previsti da dispositivi nazionali o norme tecniche settoriali.

Per un elenco delle professioni e relative discipline che possono richiedere l’iscrizione nei registri interni AIPTOC, si veda la scheda: Le professioni di riferimento

(**) In attesa del riconoscimento di ulteriori registri ed elenchi, vengono riconosciuti le seguenti competenze e professionalità:

  • Docenti Universitari e delle Scuola secondaria di secondo grado per le materie che possono essere di interesse nel settore turistico-culturale
  • Esperti, funzionari e dirigenti che svolgono attività operativa in ambito turistico e della promozione del territorio degli Enti Pubblici e delle Istituzioni di Promozione Turistica da almeno 2 anni
  • Professionisti abilitati che operano nel settore turistico e dei Beni Culturali da almeno 2 anni.
  • Per le materie relative alle competenze  digitali, vengono riconosciuti i registri AICA, EIPASS e PEKIT e ulteriori eventuali registri di professionisti relativi alle certificazioni riconosciute dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) o basate su norme UNI.
  • Per le materie linguistiche vengono riconosciute le competenze stabilite dallo standard europeo QCER (Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue) comprendente le certificazioni internazionali B1, B2, C1 e C2.
  • Elenco Nazionale Professionisti dei Beni Culturali istituito dal MIBACT ai sensi del D.M 244 20/05/2019
  • Elenco Competenze Turistiche, Artistiche e dello Spettacolo “ECTAS” settore “Avanzato”
  • AIPTOC, potrà inoltre riconoscere competenze specifiche per le figure professionali provenienti da Enti pubblici e privati che operano nei settori di interesse.

I soci professionisti in possesso dei requisiti suddetti  devono segnalare la propria condizione all’interno del modulo di iscrizione nei Registri AIPTOC indicando, il registro e l’eventuale disciplina di appartenenza.

Modulo di iscrizione nei registri AIPTOC: Modulo Richiesta iscrizione Registri AIPTOC  

Registro Formatori (RFO)

Per l’inserimento in tale registro è necessario (in alternativa):

  • Laurea in una qualsiasi delle materie oggetto di studio in ambito turistico e del Patrimonio Culturale e almeno 2 anni di comprovata esperienza come formatore in materie di interesse per il settore turistico
  • Diploma di scuola secondaria di secondo grado è almeno 5 anni di comprovata esperienza come formatore in materie di interesse per il settore turistico
  • Essere inseriti  in un registro esterno riconosciuto da AIPTOC (**)

Per essere inseriti nel registro, quindi è necessario che sia vera una qualsiasi delle condizioni su descritte.

(**) In attesa del riconoscimento di ulteriori registri, vengono riconosciuti i seguenti registri e le seguenti figure professionali:

  • Docenti Universitari e delle Scuola secondaria di secondo grado per le materie che possono essere di interesse nel settore turistico-culturale
  • Per le materie relative alle competenze  digitali, vengono inoltre riconosciuti i registri formatori AICA, EIPASS e PEKIT e ulteriori eventuali registri di formatori relativi alle certificazioni riconosciute dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) o basate su norme UNI.
  • Elenco FST “Formatori per il Settore Turistico”
  • AIPTOC, potrà inoltre riconoscere competenze specifiche per le figure professionali provenienti da Enti pubblici e privati che operano nei settori di interesse.

II soci professionisti in possesso dei requisiti suddetti  devono segnalare la propria condizione all’interno del modulo di iscrizione nei Registri AIPTOC indicando, il registro e l’eventuale disciplina di appartenenza.

Modulo di iscrizione nei registri AIPTOC: Modulo Richiesta iscrizione Registri AIPTOC  

Registro Operatori Culturali (ROC)

Per l’inserimento in tale registro è necessario (in alternativa):

  • Laurea e almeno 2 anni di comprovata esperienza lavorativa o professionale nella qualità di Operatore Culturale
  • Almeno 10 anni di comprovata esperienza lavorativa o professionale nella qualità di Operatore Culturale
  • Diploma di scuola secondaria di secondo grado e aver frequentato uno dei percorsi formativi riconosciuti da AIPTOC (*);
  • Laddove, per alcune discipline professionali che rientrano tra le professioni non regolamentate, classificabili come Operatori Culturali, siano stati individuati, da un dispositivo legislativo nazionale nazionale, requisiti di accesso specifico (come è il caso dei Professionisti dei Beni Culturali individuati dal D.M 244 del 20/05/2019 del MIBACT), l’inserimento nei registri, relativamente alla disciplina di appartenenza, sarà possibile solo dopo la verifica dei titoli e dei requisiti previsti da tali dispositivi legislativi.

Per essere inseriti nel registro, quindi è necessario che sia vera una qualsiasi delle condizioni su descritte.

I soci professionisti in possesso dei requisiti suddetti  devono segnalare la propria condizione all’interno del modulo di iscrizione nei Registri AIPTOC indicando, il registro e l’eventuale disciplina di appartenenza.

Per un elenco delle professioni e relative discipline che possono richiedere l’iscrizione nei registri interni AIPTOC, si veda la scheda: Le professioni di riferimento

Modulo di iscrizione nei registri AIPTOC: Modulo Richiesta iscrizione Registri AIPTOC  

L’Associazione si riserva di richiedere al richiedente l’accesso ad uno dei Registri AIPTOC, ulteriore documentazione integrativa e/o chiarimenti, anche mediante convocazione diretta, nell’ambito della valutazione della richiesta presentata. Inoltre per l’inserimento in uno dei registri AIPTOC il socio dovrà anche aderire al codice di condotta adottato dall’associazione e al programma di formazione continua.

(*): I corsi, gli elenchi ed i registri esterni riconosciuti da AIPTOC devono essere strutturati in modo che siano basati su uno schema di riferimento dove sono stati definiti in modo formale, i requisiti di conoscenza, abilità e competenze dei professionisti in uscita, in conformità a specifiche norme tecniche UNI, se esistenti o elaborati in conformità al Quadro Europeo delle Qualifiche (European Qualification Framework – EQF), le Raccomandazioni 2009/C 155/02 (Sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale -ECVET) e a modelli internazionali quali: il modello e-CF 3.0 (European e-Competence Framework) e il modello ESCO (European Skills, Competences, Qualifications and Occcupations) laddove ammissibile. AIPTOC, potrà inoltre riconoscere competenze specifiche per le figure professionali provenienti da Enti pubblici e privati che operano nei settori di interesse.

(***) Contenuto dei Registri

I registri contengono le seguenti informazioni di cui solo le informazioni contrassegnate con (P) saranno rese pubbliche:

  • Numero di iscrizione (P)
  • Nominativo (P)
  • Eventuale disciplina professionale di appartenenza (P)
  • Eventuale livello EQF attribuito (P)
  • Codice fiscale
  • Provincia di appartenenza
  • Data di iscrizione
  • Scadenza iscrizione

L’eventuale disciplina di appartenenza ed il livello EQF saranno assegnato unicamente per le discipline per cui sono stati individuati in modo puntuale i requisiti in termini di competenze,  abilità e conoscenze da AIPTOC o da altre entità preventivamente riconosciute da AIPTOC. E’ il caso di tutte le discipline professionali i cui requisiti sono stati definite da norme UNI o da dispositivi legislativi come ad esempio i requisiti richiesti per i Professionisti dei Beni Culturali individuati dal D.M 244 del 20/05/2019 del MIBACT. In sede di richiesta di inserimento nel Registro AIPTOC è necessario dichiarare la disciplina professionale di appartenenza.

 

Elenco corsi riconosciuti AIPTOC

Facebook Comments